Scopri di più
Visualizza Tutto
HYBRID
Grecale
Ghibli
Levante
Quattroporte
MC20
MC20 Cielo
Fuoriserie
Special Series
Storia
Valori
Stories of Audacity
Maserati Store
Esperienze
Partners
Auto Storiche
Fuoriserie
Maserati Tridente App
Maserati Connect
Maserati Heritage
Servizi Finanziari
Usato Garantito
Servizi e Assistenza
Personalizzazione
Maserati Driving Experience
Factory Tour
Ermenegildo Zegna
Shell
Sonus Faber
Tidal
Overview Servizi Finanziari
Noleggio Lungo Termine Aziende
Noleggio Lungo Termine Privati
Servizio Assistenza
Manutenzione
Estensione di Garanzia
Extra10 Warranty Program
Pick-up & Delivery and Courtesy Car
Assistenza Stradale
Servizio Clienti Maserati
Guide e Documentazione
Prenota un appuntamento
Accessori Originali
Ruote Complete
Ricambi Originali
Sfondo blu e viola Sfondo blu e viola

Piloti e sciatori parlano lo stesso idioma. A qualche metro da voi si confrontano sulla discesa che stanno per compiere e non c’è scarto semantico né di linguaggio del corpo. Sorridono, mimano il movimento di una curva: in fondo, sci o motore sono soltanto un modo di accedere alla velocità, di declinare il brivido che fa sentire vivi.

Poi pilota e sciatore smettono di parlare, e il paesaggio rimane pieno soltanto del rumore dell’aria. Sembra la pace prima di una guerra o di un corteggiamento. Un duello a sole alto.

Ora seguitemi un po’ in disparte, lasciamo Giorgio Rocca far scattare lo scarpone dentro lo sci e il pilota entrare nell’auto per assicurarsi al sedile. Seguitemi in disparte dove una motoslitta vi attende: state per assistere alla danza dal centro del movimento.

Il motore gira, Rocca abbassa il casco: voi stringete le barre laterali della slitta e dimenticatevi della mia voce.

L’innesco di uno sciatore è la gravità, quello della Levante un motore V8 da 580 cavalli, ma il modo sfruttare la forza per liberare bellezza è fatta delle stesse cose: la scelta nella traiettoria, la perfezione delle forze che addomesticano un’inerzia fino a cambiarle verso. Quando si passa lo start è il fondo valle che sembra venire verso di voi a velocità via via crescente, ma mentre Rocca aumenta la quantità di moto e la Levante i suoi giri, voi percepite la brezza tra i capelli diventare vento e il vento bufera - dentro un bianco e un cielo così tersi da farvi chiaramente vedere il mondo che s’inclina.

Uomo e auto scendono la montagna l’uno fianco all’altro e sembra di capire l’essenza di una poesia realvisceralista scritta sulla neve, una poesia che parla di legamenti e sterzo, quadricipiti e valvole, di vita e tecnologia che dialogano, si imitano, si studiano e si seducono a vicenda. Voi siete lì nella poesia, come un esploratore che passerà alla storia per aver assistito a uno spettacolo unico, un uomo sulla neve e un’auto che si può permettere di divertirsi come un uomo, un dialogo fra divinità spurie, fatte di sangue e benzina, di acciaio e carne. Di sbuffi di prese d’aria e respiro. La motoslitta corre dietro a questo spettacolo pirotecnico di cristalli spinti al cielo come geyser a ogni curva, e l’equilibrio che sentite viene dalla sincronia di gesti perfetti.

Dura tutto poco meno di un minuto, ma chi ha detto che la perfezione è per sua natura breve aveva ragione: è cosa intensa e l’uomo non può reggere tanta potenza per molto. Non lo può un Campione del Mondo, non lo potete voi che avete gli occhi pieni di bellezza; lo potrebbe un’auto, ma l’auto senza l’uomo è un cuore che non batte.

Quando scendete dalla motoslitta vi girate e guardate su, da dove siete partiti. Rileggete la poesia appena scritta. E vi pare completa.

Maserati Levante Trofeo su Neve
Maserati Levante Trofeo su Neve
Maserati-2886
This page is not working in Internet Explorer. The Internet Explorer 11 desktop application will be retired and go out of support on June 15, 2022. You can have a full experience on Edge clicking the link below.