Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le preferenze rilevate attraverso la tua navigazione nel Sito. Continuando la navigazione, acconsenti all’utilizzo di questi cookies. Per opporti a tale trattamento e per avere maggiori informazioni, leggi la nostra Informativa Privacy
Accetta tutti i cookie

Maserati alla 89° edizione del Salone di Ginevra

Apre il più importante Salone dell'anno in Europa e Maserati mette sotto i riflettori il SUV Levante Trofeo nella edizione Launch Edition, un’edizione limitata in 100 unità. Questa vettura esclusiva sarà la regina dello stand insieme agli altri modelli della gamma MY19.

Allo show ginevrino Maserati da rilievo alla personalizzazione ed alla valorizzazione dell’italianità abbinando alto artigianato, tecnologia avanzata e ricerca estetica: un mix unico ed esclusivo attraverso un percorso interattivo con le eccellenze italiane presenti sullo stand. Si potranno ammirare in anteprima i nuovi interni in PELLETESSUTA™, un nuovo ed unico materiale realizzato da Ermenegildo Zegna in esclusiva per Maserati.

Un’ulteriore novità è la ONE OF ONE, esemplare unico di Maserati Levante, che anticipa il futuro programma di personalizzazione Maserati. La ONE OF ONE è stata personalizzata secondo il profilo di Allegra Antinori, vicepresidente della azienda vitivinicola italiana - Marchesi Antinori.

Per non dimenticare il dna sportivo del brand, infine, in esposizione una GranTurismo MC (acronimo di Maserati Corse), per la prima volta con colore esterno grigio lava opaco in abbinamento agli interni in carbonio.

Le vetture protagoniste nell’edizione 2019

Le vetture protagoniste nell’edizione 2019

Levante Trofeo Launch Edition

Salone di Ginevra 2019 - Maserati Levante Trofeo Launch Edition e Maserati GranTurismo MC

Levante Trofeo e GranTurismo MC

Maserati GranTurismo MC - Salone di Ginevra 2019

GranTurismo MC

Quattroporte SQ4 GranLusso

Maserati Levante Trofeo Launch Edition in Blu - Salone di Ginevra 2019

Levante Trofeo Launch Edition

Maserati Ghibli SQ4 GranSport - Salone di Ginevra 2019

Ghibli SQ4 GranSport

load more
no results
>

Maserati Levante: la ONE OF ONE di Allegra Antinori

Maserati Levante ONE OF ONE Allegra Antinori - Salone di Ginevra 2019

Assoluta novità per la Casa del Tridente al Salone di Ginevra 2019 è il Levante ONE OF ONE, che anticipa il futuro programma di personalizzazione Maserati. In posizione di rilievo sullo stand, un esemplare unico di Maserati Levante interamente personalizzato da Allegra Antinori, vicepresidente della azienda vitivinicola italiana - Marchesi Antinori - leader mondiale per i vini di qualità.

Il Centro Stile Maserati ha accompagnato la Signora Antinori, nella configurazione della sua vettura, in un vero processo di creazione condivisa: un concetto più ampio della mera scelta degli accessori.

In questo primo esempio di personalizzazione, ogni dettaglio definito da Allegra Antinori, é strettamente legato ad un aspetto della sua personalità.

La configurazione esterna è un particolare verde tristrato, colore unico e speciale ispirato alle tonalità delle colline toscane. La finitura dei dettagli esterni (maniglie porta, bocchette laterali e inserti calandra) é in cromo dark look per creare maggiore armonia con il colore della scocca e conferire quindi al SUV di Maserati un aspetto davvero sofisticato.

La scelta degli interni della ONE OF ONE di Allegra Antinori viene contraddistinta da abbinamenti unici ed assolutamente originali su Levante. Il colore per la sottoplancia, i pannelli porta, il mobiletto centrale ed i sedili richiama i colori caldi delle terre dei vigneti toscani.

Raffinata anche la scelta della pelle unica “Pieno Fiore” per i sedili,  tinta con anilina e oli e senza rifiniture superficiali ma impreziosita da un ricamo in 3D stile classico capitonné. Questa lavorazione garantisce una resa del colore molto profonda e una sensazione al tatto estremamente vellutato che, come succede per il vino, si fa apprezzare ulteriormente anche per le sue capacità di invecchiare nel tempo.

Per il tunnel centrale è stata scelta una finitura speciale attraverso un materiale inedito anche per Maserati: carbonio con filo di rame e finitura high gloss. Anche in questo caso, sono forti i richiami alla realtà Antinori e al concetto di Corten, l’acciaio non trattato con cui è stata realizzata la struttura della Cantina Antinori nel Chianti Classico, a metà strada tra Firenze e Siena.

I sovratappeti realizzati in lana mohair naturale al 100% rappresentano il tocco finale ed esclusivo di una personalizzazione su misura rifinita in ogni singolo dettaglio.

Personalizzazione

Maserati in questa 89a edizione del Salone di Ginevra presenta il primo passo verso la personalizzazione e la valorizzazione dell’italianità. La Casa del Tridente ospita, oltre allo storico partner Ermenegildo Zegna, leader nell’abbigliamento maschile di lusso, altre due aziende leader nel proprio settore: Giorgetti, azienda italiana di riferimento per la lavorazione del legno per arredi e oggetti dal design unico, e De Castelli, azienda leader del trattamento dei metalli per la produzione di complementi d’arredo, superfici e progetti custom.
Con Maserati la tradizione diventa innovazione, abbinando alto artigianato, tecnologia avanzata e ricerca estetica in un mix unico ed esclusivo, che solo il marchio del Tridente sa trasferire sulle proprie vetture.
Lo stand traccia un percorso conoscitivo attraverso tre diverse aree tematiche dedicate: in ognuna di esse saranno esposti materiali e componenti che – appositamente lavorati da Zegna, De Castelli e Giorgetti – raccontano la continua ricerca di eccellenza, stile e unicità tipiche del Made in Italy.
Parlando di innovazione e design, Maserati si avvale per la prima volta nell’Area Personalizzazione del D-Table, l’unico tavolo interattivo che combina un software di ultima generazione ad un design elegante e raffinato.

Ermenegildo Zegna

Zegna è un partner storico di Maserati e nella fiera ginevrina presenta in anteprima i nuovi interni in PELLETESSUTA™, una speciale nappa tessuta, risultato dell’innovativa ricerca di Ermenegildo Zegna per ricreare un tessuto prezioso innovativo, leggero, estremamente versatile e soffice che ben si adatta alla creazione di oggetti che spaziano dal complemento d’arredo all’accessorio multimediale.

Il working table Zegna racconta l’atelier sartoriale Zegna-Maserati dalla fase preliminare della tessitura attraverso le rocche di filo di PELLETESSUTA™ fino ai rotoli tessuti nelle colorazioni delle pelli Maserati (nero, cuoio, rosso, testa di moro).

Come un “made to measure” la PELLETESSUTA™ si adatta alle sinuosità delle fasce plancia Quattroporte Maserati. Elemento protagonista dell’abitacolo, la tridimensionalità delle fettucce di pelle crea un haptic superficiale sul componente restituendo luce e matericità, dando forza espressiva e volume. Le quadrotte di PELLETESSUTA™ rappresentano studi e ricerche stilistiche tra il Centro Stile Ermenegildo Zegna e Maserati di disegni jacquard che mixano cromie, grafismi e pattern per possibili customizzazioni.

Gli interni PELLETESSUTA™

Giorgetti

La tradizione ebanistica Giorgetti nasce in Brianza nel 1898, e oltre 120 anni dopo continua a evolversi e a innovarsi. L’azienda guarda al futuro, a come rappresentare i cambiamenti di un mondo in profonda trasformazione. Giorgetti realizza interior design sapendo interpretare abitudini e gusti in mercati diversi, creando pezzi liberi da convenzioni formali che convivono serenamente in qualsiasi luogo, annullando distanze culturali e temporali.

Il working table di Giorgetti è il tavolo per eccellenza del legno dell’artigiano ed ebanista. Attraverso i 3 inserti plancia Quattroporte, Giorgetti racconta sui componenti Maserati il protagonismo del legno, la lavorazione prima meccanica e poi manuale, fatta di intaglio, tornitura, modellazione su tre delle 12 essenze lignee Giorgetti: il Frassino, il Noce Canaletto e l’Acero.

Sul tavolo si trova anche un pannello boiserie in legno Frassino anticato con lavorazione Shibori, ispirazione per le due fasce plancia Quattroporte che accolgono il trattamento convertendolo in un trattamento micro-shibori, manieristico e di dettaglio su sezioni piazzate e all-over. Infine i fogli di impiallacci completano il table come elementi di ricerca stilistica dove Giorgetti e Maserati sperimentano con le essenze lignee che diventano grafismi paesaggistici nello Ziricote o dinamismi materici con il tanaganika frisè.

De Castelli

Fedele alla scelta di restituire al metallo un ruolo privilegiato nella sperimentazione progettuale, De Castelli innesta in processi tipicamente industriali la matrice di un pensiero e di un fare artigianale che porta a esiti del tutto inediti. L’incontro con il design sollecita un approccio al materiale fondato sul rispetto delle sue possibilità, anche di quelle più nascoste, che emergono via via in una collezione di prodotti seriali e al tempo stesso unici.

Il working table racconta l’incontro tra l’eccellenza italiana DeCastelli nella lavorazione superficiale del metallo e l’interpretazione di Maserati di cogliere il metal poetry, la ricercatezza della lavorazione del metallo che applicata ai componenti interni principali della fascia plancia e dei trim pedaliere nobilita l’abitacolo non solo formalmente, ma aggiungendo poesia, matericità, storytelling legato alle ispirazioni cromatiche del territorio italiano.

Le quattro lamiere raccontano il processo di lavorazione del semilavorato: dalla lastra del raw material nella sua purezza si passa alla battitura manuale del metallo sulla forma della fascia plancia Quattroporte Maserati (elemento protagonista dell’abitacolo si presta a comunicare i passaggi cromatici e poetici della finitura DeMarea, scelta per queste opere d’arte). Gli ulteriori due elementi raccontano le fasi di ossidazione e trasformazione superficiale dell’ottone dove sono le mani e la creatività/voluttà dell’uomo a decidere quando fermare il tempo ed il processo di ossidazione per ottenere il gradiente DeMarea, definendo l’unicità di ogni particolare.

Le lamiere con lavorazioni superficiali diversificate raccontano l’eccellenza e il mondo DeCastelli, ma anche le opportunità e la ricerca stilistica Maserati. La trilogia DeMarea racconta un unico processo fatto di ossidazioni manuali sovrapposte ma polisemico, ispirato dal territorio, creando effetti “acquerellati”, trasmettono sensazioni fortemente materiche e suggestioni che rimandano al passaggio delle onde sulle briccole di Venezia.

Resta in contatto
 
Si prega di compilare tutti i campi obbligatori.
I TUOI DATI PERSONALI
*
*
*
*
Please enter a valid email address
* Campi obbligatori

Ghibli : Consumo normalizzato (l/100 km) nel ciclo combinato: 7,6 – 11,8; Equivalente benzina ( l/100 km): 8,7; Emissioni di CO2 (g/km) nel ciclo combinato**: 199 – 268; Categoria di efficienza energetica: G – G; Emissioni di CO2 derivanti dalla messa a disposizione del carburante e/o dell’energia elettrica (g/km): 34 – 62

Levante: Consumo normalizzato (l/100 km) nel ciclo combinato: 8,2 – 11,9; Equivalente benzina ( l/100 km): 9,3; Emissioni di CO2 (g/km) nel ciclo combinato**: 216 – 270; Categoria di efficienza energetica: G – G; Emissioni di CO2 derivanti dalla messa a disposizione del carburante e/o dell’energia elettrica (g/km): 36 – 63

Quattroporte: Consumo normalizzato (l/100 km) nel ciclo combinato: 7,6 – 11,8; Equivalente benzina ( l/100 km): 8,7; Emissioni di CO2 (g/km) nel ciclo combinato**: 199 – 268; Categoria di efficienza energetica: G – G; Emissioni di CO2 derivanti dalla messa a disposizione del carburante e/o dell’energia elettrica (g/km): 34 – 62

Granturismo: Consumo normalizzato (l/100 km) nel ciclo combinato: 13,8; Emissioni di CO2 (g/km) nel ciclo combinato**: 313; Categoria di efficienza energetica:  G; Emissioni di CO2 derivanti dalla messa a disposizione del carburante e/o dell’energia elettrica (g/km): 73

Grancabrio: Consumo normalizzato (l/100 km) nel ciclo combinato: 14,5; Emissioni di CO2 (g/km) nel ciclo combinato**: 328; Categoria di efficienza energetica:  G; Emissioni di CO2 derivanti dalla messa a disposizione del carburante e/o dell’energia elettrica (g/km): 76

-- 

Le emissioni medie di CO2 in tutti i tipi di veicoli offerti in Svizzera (tutti i marchi) sono di 137 g/km **