Per viaggiare nel deserto la pressione degli pneumatici deve essere ridotta: è per questo che ci fermiamo. Il pilota scende dall’auto e con l’aiuto di un manometro portatile sfila aria con un suono che è l’unico a marcare presenza prima di dissolversi, anch’esso, nel vento. Un bar di pressione per tutti e quattro gli pneumatici. Soltanto così i 330 cavalli del Levante Hybrid hanno il grip necessario per sfogarsi senza che la loro stessa potenza li affossi. Intanto una luce fioca comincia a disegnare una linea riconoscibile che dà forma al buio. È l’alba, il profilo mobile di un deserto che si apre per chilometri di fronte a noi e che stiamo per attraversare.