Nella parte nuova della capitale c’è un porto non commerciale che ospita chi la navigazione la sceglie. È un porto piccolo, sulla sinistra Cafè eleganti e negozi d’abbigliamento, sulla destra, dalla parte del mare, lo sguardo cade su cefali e salpe che sfiorano il pelo dell’acqua tra le barche. Portuali e runner animano il paesaggio e senza intralciarli si arriva in fondo al molo. È qui che si comincia davvero.